Mission DAI

I PRINCIPI DELL'ASSOCIAZIONE
CON LE REGOLE DELL'IMPRESA

Leggi Tutto

2006piu autunno

SFOGLIA IL NUOVO NUMERO DEL NOSTRO GIORNALE

Leggi Tutto

NATO PER COSTRUIRE

Giampiero MattiodaPubblichiamo questo ricordo dell'imprenditore Gianpiero Mattioda, un autentico "uomo del fare". Canavesano, aveva un rapporto con i territori in cui DAI Impresa radica la propria presenza, era infatti anche componente del consiglio d'amministrazione dell'Ativa, la società che gestisce la tangenziale e l'autostrada Torino-Monte Bianco nel tratto piemontese.

Ieri pomeriggio, scendendo la tortuosa strada boschiva che collega l'altura di San Martino Canavese alla pianura di Scarmagno, giunto al tornante da cui dirama la strada che conduce alla zona pianeggiante di Pranzalito e Perosa, osservando la vastità del panorama canavesano, che s'apre a quell'altezza, non ho potuto che pensare, per un triste riflesso condizionato, a Gianpiero Mattioda. 
Proprio da quel punto della carreggiabile, al centro della visione panoramica, si forma in lontananza negli occhi dell'osservatore la curvatura, discreta ma attraente, dell'arco del viadotto Marchetti, costruito nei pressi di Ivrea da ATIVA - la "Mattioda Pierino & Figli" ne è azionista di riferimento - e aperto al traffico nell'agosto del 2015. Immancabile il corredo di critiche e proteste di un certo ambientalismo, così introverso nella sua presunzione moralistica da indebolire la sua stessa capacità di intervento.

PATTO TRA REGIONE E GOVERNO PER IL BENE DELLE IMPRESE

PiemonteUn patto pluriennale con il Governo e la Regione, gli Enti locali e le imprese per dare ossigeno ai Comuni e alle imprese torinesi e piemontesi che hanno bisogno di nuove opportunità. È la richiesta avanzata dall'Ance, associazione dei costruttori, dall'Anci e dall’Uncem. A cogliere la posizione a favore degli Enti locali è la Consigliera regionale Nadia Conticelli, presidente della Commissione trasporti, viabilità e opere pubbliche a Palazzo Lascaris.
È importante "liberare spazi finanziari per i Comuni, definendo anche nuove capacità fiscali per le Unioni. Ai Comuni più piccoli, in particolare, vanno concesse delle aperture nel pareggio di bilancio” evidenzia Conticelli.
Anche il Parlamento è al lavoro “su diversi fronti. Il primo è accompagnare nei prossimi due anni lo sblocco degli avanzi di amministrazione dei Comuni. Sbloccarle per investimenti nell'edilizia scolastica e per la prevenzione del dissesto idrogeologico, permetterebbe di avere nei primi mesi del 2018 almeno altri cento milioni di euro di affidamenti alle imprese".

DAI '60s AI '60s UN SECOLO D'ARTE

pop artDalla pittura dell’ottocento alla Pop Art. Torino Palazzo Carignano dal 21 aprile al 17 settembre

Ecco una insolita ed efficacie proposta del Museo del Risorgimento di Torino, che oltre ad avere le bellissime sale della nascita dell’Italia, offre una piccola mostra “Dai '60s ai '60s un secolo d’arte”, inserito come appendice, dove attraverso una trentina di tele significative si vede il graduale passaggio dalla pittura figurativa ed iperealista dell’800 fino alla fantasia creativa della Pop Art degli anni ’60.
Alla mostra si trovano opere di Grandi maestri della pittura italiana dell’ottocento come gli artisti-reporter come Felice Cerruti Bauduc, Massimo d’Azeglio, Angelo Trezzini, Michele Cammarano che illustrano con le loro tele le Guerre di Indipendenza in veste di pittori-soldati, a fianco ad alle opere PopArt di Mimmo Rotella, Giosetta Fioroni, Piero Gilardi, Ugo Nespolo, Enrico Bay, e ancora i pittori “maledetti” della scuola di Piazza del Popolo a Roma, Franco Angeli, Mario Schifano, Tano Festa, il contrasto tra i due periodi è impressionante, sembrano passati millenni, ma in realtà tutto è racchiuso in solo secolo..
I curatori, Luca Beatrice e Ferruccio Martinotti, definiscono la mostra “Un cortocircuito visivo, che permette di individuare connessioni tra le opere, legate per analogie oppure, al contrario, per antitesi, ripercorrendo due decenni, quelli dei Sessanta, a cavallo tra due secoli vicini eppure così incredibilmente lontani.”
Una mostra che celebra l’unità artistica d’Italia, ne ripercorre gli eventi e i colori, nell’arco temporale di un secolo dove la pittura racconta, si evolve, muta, ma rimane intensa e piena per dipingere con tutte le sue sfumature cent’anni di storia della nostra nazione.

Ermanno Eandi

SABATO A VILLA TABUSSO SI PARLA DI AMORE

Villa Tabusso amore“Ogni volta che mi guardi, nasco nei tuoi occhi”. Sono i due versi che compongono la “Succinta lode all’innamorata" del poeta Jorge Riechmann a dare il titolo al talk letterario che si svolgerà, sabato 5 agosto, dalle 17, presso Villa Tabusso. Il centro culturale e la casa per scrittor condotto dall’associazione “RoadHouse – Write and more”, presieduta da Nadia Nicoletti. L’evento, promosso da Dai Impresa e da Echos Communication, è patrocinato dall’Assessorato alla Cultura del Comune di Rubiana. Tre autori offriranno il loro punto di vista sullo “scrivere d’amore e amare lo scrivere”: Giulia Gino, Roberto Mario Cantone e Federica Vanossi. Condurrà l’incontro il giornalista Marco margrita, direttore della rivista “2006più Magazine” e il settimanale pinerolese “Il Monviso”.
Presso Villa Tabusso sta soggiornando, nei fine settimana fino a inizio settembre, il pittore neodivisionista Walter Grassi, che sa completando e donerà alla comunità il quadro “Se non ora quando?” dedicato al protagonismo femminile.

PICCOLE ITALIE, VENERDÌ A SANT'ANTONINO PRESENTAZIONE DI ENRICO BORGHI

Piccole Italie2A Sant'Antonino di Susa, la presentazione di "Piccole Italie. Le aree interne e la questione territoriale" (Donzelli) si terrà venerdì 4 agosto alle ore 16, in frazione Cresto, all'interno del festival itinerante "Borgate dal vivo", ideato e diretto da Alberto Milesi, patrocinato anche da Uncem Piemonte. L'autore dialogherà con Erwin Durbiano, esperto di politiche territoriali e ricercatore, autore di diversi studi sulla montagna.
"Nelle ultime settimane - evidenzia Borghi - in diverse presentazioni fuori dal Piemonte ho avuto modo di confrontarmi con persone che credono nella crescita dei territori, nel nuovo ruolo di Alpi e Appennini per il futuro del Paese, nella capacità della comunità di fornire risposte importanti dal basso per la crescita e lo sviluppo locale. Le aree interne sono oggi il fulcro dell'innovazione, il luogo della sperimentazione e anche della modernizzazione. Sono contento nei prossimi giorni di questi nuovi appuntamenti in Piemonte. Saranno un'occasione preziosa di dialogo, di scambio di idee, di confronto".

DAI FUNZIONA!

Dicono di Noi

Rassegna degli articoli di stampa dedicati al DAI

Consulta Tutti

In gruppo, l'unione fa la forza


Il DAI (acronimo di Dignità Azione Italia) è un gruppo sorto spontaneamente, nel 2013, su iniziativa del compianto Gianfranco Scarpa e di alcuni imprenditori. Sin da subito, si è strutturato per essere un’organizzazione capace di creare una concreta solidarietà nel campo del lavoro, favorendo la nascita di collaborazioni in grado d’incrementare le possibilità di business e di sviluppare nuove prospettive.

L’obiettivo è quello di “fare sistema”, agendo sia come un Gruppo di Acquisto Solidale, sia come un influente Gruppo d’opinione.
Dalla fondazione, il Gruppo ha incrementato gli affiliati, il raggio d’azione e i territori in cui è presente.

Il DAI sviluppa la propria azione attraverso Workshop periodici, Gruppi Territoriali e Seminari. È dotato di un Comitato Scientifico. Ha in “2006più Magazine”, edito da Echos Group, la propria “voce”. Informa anche attraverso la e-newsletter periodica “Dai News”.

Il Gruppo è aperto a nuovi ingressi

Richiedi Informazioni

Newsletter

Contattaci

info@daiimpresa.it

Via Avigliana,9 - Avigliana (TO)

342.979.36.73